Porto della mia infanzia IL CINEMA CON VALERIO CARANDO

ūüď欆16 GENNAIO 2020 | H 18:30

PASSEPARTOUT, via Castelguidone 4, Roma

 

 

 

Visionaria

PRESENTA

 

Porto della mia infanzia

 UN INCONTRO CINEMATOGRAFICO CON VALERIO CARANDO

 

 

ūüďŬ†PROIEZIONE E DISCUSSIONE SUL FILM

“Porto della mia infanzia (Porto da minha inf√Ęncia)”, Manoel de Oliveira, 2001, 62′

 

 

Straordinaria meditazione sull’ineffabilit√† del tempo e la caducit√† di ogni cosa. Un film dalle vaghe ascendenze proustiane, struggente eppure leggerissimo, ambasciatore sensoriale di una¬†¬ęrecherche¬Ľ che guarda all’intelletto e parla¬†alle viscere.

  Valerio Carando

 

 

 

 

Biografia
Valerio Carando (1982) √® studioso di cinema e operatore culturale. Dottore di ricerca in Storia delle Arti Visive e dello Spettacolo presso l’Universit√† di Pisa, ha scritto di cinema su varie pubblicazioni italiane (“Segnocinema”, “il manifesto”, “La Furia Umana”, “Cineforum”, “Filmcritica”) e spagnole (“Dirigido por…”). √ą autore di quattro libri monografici e di vari saggi. Ha curato per il Lucca Film Festival le retrospettive su Antoni Padr√≥s (2013) e Ninetto Davoli/ Enrique Irazoqui (2014). Ha preso parte alle attivit√† di festival e istituzioni quali il Festival Internacional de Cine De San Sebasti√°n, il Loop di Barcellona, I Milleocchi di Trieste e la Filmoteca de Catalunya.¬†√ą membro della Asociaci√≥n Espa√Īola de Historiadores del Cine (AEHC). Ha co-diretto il film documentario Platges (2010) ed √® produttore associato de Gli Indesiderati d’Europa (2018) di Fabrizio Ferraro.

 

 

 

fb @coopassepartout

ig @passepartoutcooperativa

posta@cooperativapassepartout.it

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *