ETHOS e JE SUIS SIMONE (LA CONDITION OUVRIERE) di Fabrizio Ferraro disponibili alla visione

ūü镬†IL CINEMA ARRIVA A CASA!¬†ūüé•

 

 

All’interno dell’iniziativa del¬†Torino Film Festival¬†–¬†TFFdoc, che rende disponibili alla visione alcuni film programmati nelle passate edizioni:

 

ūü镬†ETHOS, di Fabrizio Ferraro (Italia, 2011, 30′)
https://vimeo.com/259643089

 

La luce, il buio e quindi ancora luce. Storie di cinema e di conflitti.

Inquadrature in movimento che descrivono antichi paesaggi urbani o il deturpato spettacolo della natura si contrappongono¬†alle immagini fisse che raccontano un’attualit√† politica di lotta e di potere. Accompagnati dalle parole sussurrate dal regista stesso, lette a lume di candela, e dalla solennit√† della musica per violoncello di Antonio Vivaldi, assistiamo cos√¨ all’esplodere della rivolta contro l’immagine del mondo.

 

 

ūü镬†JE SUIS SIMONE (LA CONDITION OUVRIERE), di Fabrizio Ferraro (Italia, 2009, 82′) V.O. Fran√ßaise Sott. it

https://vimeo.com/191070065

Il disperato lavoro di Simone Weil: la Renault, la fabbrica, la storia molecolare del dominio.

Simone Weil dice: ¬ęSolo il sabato pomeriggio e la domenica mi tornano dei ricordi, dei lembi di idee, e il ricordo che sono anche un essere pensante. Spavento che mi penetra costatando la condizione di dipendenza nella quale io trovo di fronte alle circostanze esterne: sarebbe sufficiente che esse mi costringessero in un giorno ad¬†un¬†lavoro senza riposo settimanale – cosa che, dopo tutto, √® sempre possibile – e io diventerei un animale da soma, docile e rassegnato. ¬Ľ

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *